Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

AVVISO EMERGENZA COVID-19

Data:

17/03/2020


AVVISO EMERGENZA COVID-19

Gentile connazionale,

il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo scorso ha esteso a tutto il territorio nazionale le misure per il contenimento della diffusione del nuovo coronavirus. Tali misure fanno comunque salva, per i cittadini che si trovino all’estero, la possibilità d’ingresso in Italia e di spostarsi all’interno del territorio nazionale per far rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza. Tale possibilità va tenuta ben presente da coloro che intendono recarsi in Italia, in considerazione delle crescenti misure restrittive agli spostamenti e dell’evoluzione sanitaria in Indonesia. Allo stesso modo, i connazionali residenti o domiciliati all’estero (come anche i cittadini stranieri, inclusi i turisti) possono partire per rientrare al proprio luogo di residenza o domicilio all’estero. Gli spostamenti sono inoltre ammessi per comprovate esigenze lavorative, mentre sono per contro vietati quelli di natura turistica. Resta infine valido l’obbligo di comunicazione al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio, per chi arriva in Italia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le risposte alle domande più frequenti sul DPCM possono essere trovate al seguente link https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2020/03/faq_rev1_11marzo.it.pdf.
Siamo consapevoli che un numero crescente di persone sta avendo difficoltà nel rientrare in Italia a causa della sospensione dei collegamenti verso il nostro Paese decisa da alcune compagnie aeree e, a tal proposito, è stata creata in Ambasciata una task force dedicata a supportare i connazionali nell’individuazione di itinerari che permettano loro di far ritorno in patria. E’ tuttavia necessario verificare in prima persona con la propria compagnia aerea l’operatività dei voli e le condizioni offerte in caso di cancellazione. E’ altresì di fondamentale importanza tenersi costantemente informati, attraverso il sito ViaggiareSicuri, sulle restrizioni all’ingresso imposte dai vari Paesi che potrebbero essere utilizzati come scalo intermedio per i voli verso l’Italia, poiché la situazione è in rapida evoluzione.
Informazioni aggiornate sulla diffusione dell’infezione in Indonesia e sulle strutture mediche designate per la gestione dei casi sospetti sono reperibili al sito web https://infeksiemerging.kemkes.go.id/. Il Ministero della Salute indonesiano ha poi istituito una hotline dedicata all’emergenza Covid-19 (+62 (0)21-5210411 e +62 (0)82 1212 119).
Invitiamo inoltre ad attenersi alle misure di prevenzione contro il contagio da nuovo coronavirus raccomandate dal Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioOpuscoliNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=443 ).
L’Ambasciata rimane in costante contatto con il Ministero degli Esteri a Roma e con le Autorità indonesiane per seguire l’evoluzione dell’emergenza e continuerà in questo periodo ad essere pienamente operativa. Si ricorda tuttavia che, a partire dalla settimana scorsa, l’Ufficio Consolare opera sulla base di appuntamenti, in modo da limitare il numero delle persone presenti nell’area d’attesa e minimizzare i rischi per l’utenza e il personale. Per prenotare un appuntamento è necessario inviare un’email all’indirizzo consolare.jakarta@esteri.it , privilegiando le questioni di particolare urgenza.

L’Ambasciata è comunque raggiungibile per richieste di informazioni e chiarimenti agli usuali recapiti:
tel. 0062 (0) 21 3193 7445, fax 0062 (0) 21 3193 7422, e-mail: ambasciata.jakarta@esteri.it oppure consolare.jakarta@esteri.it
e, in caso di reali emergenze al di fuori dell’orario di apertura, al numero 0062 (0) 815 1811344, attivo:
- dal lunedì al giovedì dalle 18.30 alle 22.00;
- il venerdì dalle 15.30 alle 22.00;
- sabato, domenica e festivi dalle 08.30 alle 22.00

Un saluto cordiale,
Vittorio Sandalli
Ambasciatore d’Italia


335