Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_jakarta

Stato civile

 

Stato civile

Su questa pagina troverete tutte le informazioni necessarie relative:

alla celebrazione del matrimonio:

  • da celebrare innanzi alle autorità indonesiane;
  • da celebrare in Ambasciata;
  • da celebrare in Italia

alla trascrizione di atti di stato civile relativi:

  • alla nascita;
  • al matrimonio;
  • alla morte;
  • alle sentenze di divorzio

ATTUAZIONE LEGGE NR. 76 DEL 20 MAGGIO 2016 - CONVIVENZA ED UNIONE CIVILI: per informazioni in merito inviare email all'indirizzo consolare.jakarta@esteri.it indicando nell'oggetto "informazioni sulla legge 76 del 20.05.2016".

CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO

MATRIMONIO DA CELEBRARE DINANZI ALLE AUTORITA’ INDONESIANE

In Indonesia non è possibile contrarre matrimonio davanti alle autorità civili, diversamente da quanto disposto dall’ordinamento di stato civile italiano. In base all'art. 2 della Legge 1/1974 e all'art. 2 del regolamento n. 9/1975, il matrimonio di rito islamico celebrato dinanzi all'Ufficio Affari Religiosi (Kantor Urusan Agama o KUA) è valido a tutti gli effetti per l'ordinamento indonesiano, mentre i matrimoni di rito diverso da quello islamico vanno sempre celebrati dinnanzi alle autorità religiose del Paese e successivamente registrati presso i competenti uffici di stato civile (Kantor Catatan Sipil) indonesiani.

Non è altresì consentita in Indonesia la celebrazione di matrimoni tra nubendi di religione diversa.  Per le autorità indonesiane è quindi sempre necessario che uno dei due sposi accetti la religione dell’altro. Ogni ulteriore informazione al riguardo potrà essere richiesta alle rispettive autorità religiose dello/a sposo/a indonesiano/a.

Al fine di contrarre matrimonio presso le autorità  indonesiane sono necessari i seguenti documenti:

Per lo/la/gli sposo/a/i italiano/a/i:

  • Certificato di nascita su modello internazionale rilasciato dal comune italiano dove l’atto di nascita è stato trascritto;
  • Certificato cumulativo di cittadinanza, residenza e stato libero rilasciato dall'ultimo comune di residenza in Italia;
  • Nullaosta alla celebrazione del matrimonio rilasciato dall'Ambasciata sulla base di una autocertificazione sottoscritta dall'interessato italiano (scaricabile qui), e di una copia di un documento di identità.

N.B.  Nonostante secondo la normativa italiana sia sufficiente la sola dichiarazione sostitutiva di certificazione, si sottolinea che le autorità indonesiane, per consentire il matrimonio, accettano solo certificati rilasciati dal comune italiano.

Per lo/la sposo/a indonesiano/a:

  • Certificato di nascita (Akta Kelahiran);
  • Fotocopia della carta d’identità o del passaporto (Foto copy KTP atau paspor);
  • Fotocopia del certificato di stato di famiglia (foto copy Kartu Keluarga);
  • Certificato di stato libero rilasciato dall’Ufficio per gli affari religiosi indonesiano, competente per coloro che professano la fede musulmana, oppure dall’ufficio di stato civile, competente per i non musulmani (Keterangan belum pernah menikah dari K.U.A. bagi yang beragama islam dan dari kantor Pencatatan Sipil bagi non islam). Il certificato di stato libero deve essere rilasciato da non oltre tre mesi e legalizzato.

La documentazione in lingua italiana dovrà essere presentata all’Ambasciata con la traduzione in lingua indonesiana al fine dell’autenticazione, richiesta dalle autorità indonesiane. Ove necessario potrà essere consultato l’elenco dei traduttori favorevolmente noti a questa Ambasciata (Elenco Traduttori).

Tutta la documentazione dovrà essere consegnata all'Ambasciata o inviata per posta, anche per il tramite del Consolato Onorario d'Italia a Bali, qualora gli interessati siano appunto residenti a Bali.

E' possibileanticipare la documentazione a mezzo posta elettronica all'indirizzo consolare.jakarta@esteri.it per un controllo preliminare, ma dovranno poi comunque essere presentati gli originali. La documentazione inviata per posta elettronica dovra' essere ESCLUSIVAMENTE IN FORMATO PDF E CON RISOLUZIONE NON SUPERIORE AI 200 DPI. L'INVIO DI FILE PIU' PESANTI RENDERA' IMPOSSIBILE LA LORO RICEZIONE.

L'Ambasciata, una volta ricevuta la documentazione in originale, provvederà a rilasciare la dichiarazione di "Nulla Osta" in lingua indonesiana e a restituire tutta la documentazione presentata.

Per l'autentica di ciascuna traduzione in lingua indonesiana sara' necessario pagare diritti consolari dell'importo di Rp. 400.000 mentre per il rilascio del "Nulla Osta" alla celebrazione del matrimonio sara' necessario pagare diritti consolari dell'importo di Rp. 100.000. Tale somma dovrà essere pagata in contante all'atto della consegna della documentazione presso l'Ambasciata. Nel caso in cui i documenti venissero consegnati presso l'Ufficio Consolare Onorario a Bali, lo stesso ufficio fornirà le apposite istruzioni relative alle modalità di pagamento. Gli importi indicati possono variare in base alle variazione del cambio consolare.

Il pagamento potrà essere effettuato anche tramite bonifico bancario intestato all'Ambasciata d'Italia a Jakarta, versando l'importo dovuto al netto di tutte le spese bancarie sul conto corrente n. 050-134550-069 presso la banca HSBC, PO Box 2307, Jakarta 10023, WTC, 3rd floor, Jl. Jend. Sudirman kav. 29-31, codice SWIFT HSBCIDJA, indicando come causale il proprio COGNOME e "NULLAOSTA MATRIMONIO".

Il tempo necessario per il completamento della pratica di norma è di circa 2-3 giorni lavorativi dalla data di ricezione, da parte dell'Ambasciata, della documentazione completa e del pagamento dei diritti.

MATRIMONIO DA CELEBRARE IN AMBASCIATA

In base all’art. 12 del D.Lgs. 71/2011, le condizioni per la celebrazione del matrimonio in Ambasciata sono che almeno uno dei futuri sposi sia in possesso della cittadinanza italiana e sia residente nella circoscrizione.

Per il matrimonio da celebrare in Ambasciata, così come pure per il matrimonio da celebrare in Italia, è necessario effettuare le PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO.

Se uno dei nubendi (italiano o straniero) ha la residenza in Italia mentre l’altro (cittadino italiano) ha la residenza all’estero, le pubblicazioni di matrimonio possono essere richieste o al Comune di residenza in Italia oppure al Consolato italiano competente all’estero e poi verranno effettuate in entrambi i luoghi di residenza.

Se entrambi i nubendi hanno la residenza all’estero, le pubblicazioni di matrimonio devono essere richieste ed effettuate presso l’Autorità consolare italiana competente (se la residenza è differente verranno effettuate le pubblicazioni nei due Consolati competenti).

Decorso il tempo previsto dalla legge (8 giorni consecutivi) viene rilasciato un certificato di avvenute pubblicazioni, necessario alla celebrazione del matrimonio, che deve essere celebrato non prima del quarto giorno dopo compiuta la pubblicazione ed entro i 180 giorni successivi (art. 99 Codice Civile).

Per lo/la/gli sposo/a/i italiano/a/i:

Secondo la normativa italiana, l'interessato autocertifica i dati relativi alla propria nascita, alla cittadinanza, alla residenza e al proprio stato libero (vedi formulario autocertificazione per richiesta pubblicazioni matrimoniali). L'Ambasciata dovrà poi accertare la veridicità delle dichiarazioni. Poiché tale accertamento potrà allungare i tempi preliminari per la celebrazione del matrimonio, si consiglia, qualora disponibili, di produrre direttamente i seguenti documenti:

  • Certificato di nascita rilasciato dal comune italiano dove l'atto di nascita è stato trascritto;
  • Certificato cumulativo di cittadinanza, residenza e stato libero rilasciato dall'ultimo comune di residenza in Italia.

Per lo/la sposo/a indonesiano/a (tra parentesi la denominazione del documento in lingua indonesiana):

  • Certificato di nascita originale (Akta Kelahiran yang terbaru asli);
  • Certificato di stato libero rilasciato dall’Ufficio per gli affari religiosi indonesiano, competente per coloro che professano la fede musulmana, oppure dall’ufficio di stato civile, competente per i non musulmani (Keterangan belum pernah menikah dari K.U.A. bagi yang beragama islam dan dari kantor Pencatatan Sipil bagi non islam). Il certificato di stato libero deve essere rilasciato da non oltre tre mesi;
  • Nulla osta alla celebrazione del matrimonio (Keterangan Ijin Menikah), attestante che, in base alle leggi indonesiane, non vi è alcun impedimento al matrimonio con un cittadino italiano in territorio italiano;
  • Copia certificato di stato di famiglia (copy Kartu Keluarga yang terbaru);
  • Copia carta d’Identità o passaporto (copy KTP atau paspor jika ada).

Il certificato di nascita, quello di stato libero e il nulla osta rilasciati dalle autorità indonesiane, non essendovi accordi tra l’Italia e l’Indonesia sullo scambio di certificati in materia di stato civile, dovranno essere legalizzati dall’Ambasciata. Sarà pertanto necessario richiedere la legalizzazione da parte del Ministero di Grazia e Giustizia e dal Ministero degli Affari Esteri indonesiani. Maggiori indicazioni sono riportate nella sezione "Legalizzazioni" di questo sito web.

La documentazione in lingua indonesiana dovrà essere presentata con la traduzione in lingua italiana. Ove necessario potrà essere consultato l’elenco dei traduttori favorevolmente noti a questa Ambasciata (Elenco traduttori).

Per agevolare gli accertamenti previsti dalla legge, i documenti sopra elencati dovranno essere presentati già al momento della richiesta di pubblicazioni di matrimonio. 

MATRIMONIO DA CELEBRARE IN ITALIA

Tutte le informazioni relative alle pubblicazioni matrimoniali e ai documenti per lo/la sposa italiano/a possono essere richieste al Comune in Italia dove si intende celebrare il matrimonio.

Anche in questo caso sarà necessario richiedere ed effettuare le pubblicazioni matrimoniali.

 

VARIAZIONI DI STATO CIVILE E TRASCRIZIONE IN ITALIA DI ATTI DI STATO CIVILE 

Tutti i certificati da trascrivere in Italia vanno consegnati in Ambasciata in originale e non potranno essere restituiti.

NASCITA
Registrazione della nascita all'estero del figlio di un cittadino italiano:

La nascita all'estero dei figli di cittadini italiani deve essere registrata presso il comune italiano competente.

Per effettuare la comunicazione di una nascita, bisogna presentare all’Ufficio Consolare i seguenti documenti:

  • Atto di nascita (AKTE KELAHIRAN), emesso dal competente Ufficio di Stato Civile indonesiano (Catatan Sipil). Non può essere accettata l'attestazione di nascita emessa dall'ospedale. Il certificato di nascita rilasciato dalle autorità indonesiane, non essendovi accordi tra l’Italia e l’Indonesia sullo scambio di certificati in materia di stato civile, dovra' essere legalizzato dall’Ambasciata. Sarà pertanto necessario richiedere la legalizzazione da parte del Ministero di Grazia e Giustizia e dal Ministero degli Affari Esteri indonesiani. Per gli indirizzi degli uffici competenti ed orario al pubblico clicca qui;
  • Documentazione comprovante la cittadinanza italiana di almeno uno dei genitori (carta d’identità, passaporto italiano o certificato di cittadinanza italiana).

MATRIMONIO
Registrazione in Italia del matrimonio all’estero di cittadini italiani:

il matrimonio celebrato all’estero per avere valore legale in Italia deve essere trascritto in Italia presso il Comune competente.

Per effettuare la trascrizione di un matrimonio, bisogna presentare all’Ufficio Consolare i seguenti documenti:

  • Atto di matrimonio (AKTE PERKAWINAN), emesso dal competente Ufficio di Stato Civile (Catatan Sipil), ovvero, in caso di matrimonio di rito islamico celebrato dinanzi all'Ufficio Affari Religiosi, libretto di matrimonio (BUKU NIKAH) rilasciato dallo stesso Ufficio Affari Religiosi (KUA). Non possono essere accettati certificati rilasciati da sacerdoti o chiese. Sia il certificato di matrimonio rilasciato dall'Ufficio di Stato Civile sia il libretto di matrimonio rilasciato dal KUA, non essendovi accordi tra l’Italia e l’Indonesia sullo scambio di certificati in materia di stato civile, dovranno essere legalizzati dall’Ambasciata. A tal fine sarà necessario richiedere la legalizzazione da parte del Ministero della Giustizia e poi dal Ministero degli Affari Esteri indonesiani. Per maggiori indicazioni si invita a consultare la sezione "Legalizzazioni" di questo sito web;
  • Documentazione comprovante la cittadinanza italiana di almeno uno degli sposi (carta d’identità, passaporto italiano o certificato di cittadinanza italiana).

DIVORZIO
Registrazione in Italia di una sentenza di divorzio pronunciata all’estero:

La sentenza di divorzio pronunciata all'estero, per avere validità in Italia, necessita di essere trascritta presso il competente comune in italia.

Per ulteriori informazioni sulle modalità e sui documenti necessari al fine della trascrizione del divorzio in Italia, si prega di voler contattare l'Ambasciata telefonicamente o via e-mail.

MORTE
Registrazione in Italia del decesso di un italiano residente all’estero:

Il certificato di morte, di un cittadino italiano deceduto all'estero, deve essere trascritto in Italia presso il competente comune.

I documenti necessari per registrare il decesso sono:

  • Atto di morte (AKTE KEMATIAN), emesso dal competente Ufficio di Stato Civile (Catatan Sipil). Non possono essere accettati certificati rilasciati dagli ospedali. Il certificato di morte rilasciato dalle autorità indonesiane, non essendovi accordi tra l’Italia e l’Indonesia sullo scambio di certificati in materia di stato civile, dovrà essere legalizzato dall’Ambasciata. Sarà pertanto necessario richiedere la legalizzazione da parte del Ministero di Grazia e Giustizia e dal Ministero degli Affari Esteri indonesiani. Per gli indirizzi degli uffici competenti ed orario al pubblico clicca qui;
  • documentazione relativa alla cittadinanza del defunto: carta d’identità, passaporto italiano o certificato di cittadinanza italiana.

Tutti i certificati di stato civile emessi dalle locali autorità dovranno essere presentati all'Ambasciata in originale, al fine della loro trasmissione ai comuni competenti in Italia, e non potranno essere restituiti.


60